Reframe your Journey

Quanto è sostenibile il tuo modo di viaggiare?

È questo che vogliamo chiederti con la nostra campagna Reframe Your Journey. È un invito a riflettere sulla tua mobilità, ma non solo. Vogliamo spingerti a interrogarti sul tuo viaggio verso la sostenibilità. C’è del potenziale di miglioramento? Quali valori hai già assimilato e quali dovresti approfondire?

ALTO ADIGE – PROVINCIA DI BOLZANO

Protect Our Winters Italy (abbreviato a POW IT), un’organizzazione internazionale di volontariato, si impegna a venire incontro a ciascuno indipendentemente dal proprio livello di sostenibilità attuale.

Unendo le forze possiamo ridurre le emissioni di gas serra in modo consapevole e limitare il riscaldamento globale. In quest’ottica, la nostra mobilità gioca un ruolo decisivo. Grazie al potenziamento del trasporto pubblico locale e degli incentivi finanziari per aumentare il chilometraggio dell’AltoAdige Pass, così come i sussidi statali per le biciclette elettriche, possiamo ridurre la nostra impronta ecologica al minimo e spostarci in modo sostenibile.

“Ma i collegamenti sono pessimi e la sera non so fino a che ora è garantito il servizio. E non riesco comunque a ottenere la tariffa chilometrica minima perché non uso abbastanza il trasporto pubblico”.

Giusta osservazione; tuttavia, se dai uno sguardo ai dati sulla mobilità quotidiana e turistica, è subito chiaro che è necessario agire. Secondo Eurac Research, i trasporti continuano a rappresentare la maggior parte delle emissioni di gas serra in Alto Adige (44%), seguiti dalla produzione di calore (36%) e dall’agricoltura (18%).L’inventario provinciale delle emissioni inquinanti (Cemin & Antonacci, 2020), commissionato dall’Agenzia provinciale per l’ambiente e la tutela del clima e dall’Ufficio Aria e rumore, registra a cifre simili.

Tenendo conto di queste cifre POW IT fa riferimento alla tavola rotonda digitale organizzata nel giugno 2020 insieme alla Basis Val Venosta sul tema “Stabil Mobil”(puoi leggere qui tutti i dettagli).Harald Reiterer, responsabile della Green Mobility, ha sottolineato l’urgenza di “evitare, spostare e migliorare il traffico”, facendo riferimento alla Roadmap Smart Alpine Mobility del Frauenhofer Institute (Riedl et. al, 2013), che riporta suggerimenti e raccomandazioni per la provincia, i comuni e l’economia. POW IT vorrebbe ricordarti che la comunità scientifica chiede che il cambiamento climatico e le sue conseguenze vengano presi sul serio già da anni. Se non vengono attuate, le raccomandazioni non sono altro che parole vuote.

 

Ecco perché torniamo a chiederti: REFRAME YOUR JOURNEY!

Se ci impegnassimo a riesaminare il nostro viaggio verso la sostenibilità ci renderemmo subito conto che c’è margine di miglioramento. Potremmo preferire la bicicletta all’auto? Fare carpooling? Usare il trasporto pubblico più spesso o anche solo considerarlo come un’opzione? La convinzione della generazione baby boomer che il trasporto pubblico sia principalmente per gli studenti, gli anziani e le persone senza auto propria è ancora molto diffusa. La realtà è diversa ormai da tempo grazie al servizio ampliato, gli orari digitalizzati e gli incentivi per utilizzare il trasporto pubblico. Nelle città più grandi, andare al lavoro senza auto è un privilegio. Tuttavia in Alto Adige, a causa delle valli e montagne, spesso non è possibile farlo. Ma esistono delle alternative.

POW IT ti invita a vedere il trasporto pubblico non come una forma di rinuncia, ma come una soluzione volta a lasciare un mondo pulsante per le generazioni future. Dopo tutto, se le emissioni di gas serra non diminuiscono, le temperature medie estive potranno aumentare fino a un massimo di 5 °C. Tuttavia, se riusciremo a ridurre le emissioni dal 2040 in poi, le temperature medie estive aumenteranno di meno di 2 °C, aiutandoci a prevenire l’irreversibile (Zebisch et. al., 2018).

L’Alto Adige, il paradiso dell’escursionismo e dello sci, è direttamente interessato dai cambiamenti climatici e dal loro impatto; proprio come le località costiere, che hanno già riconosciuto l’innalzamento del livello del mare come una minaccia reale. Secondo il rapporto sul clima dell’Eurac, gli eventi meteorologici avranno conseguenze di vasta portata per l’economia, il paesaggio e la vita quotidiana anche nella nostra provincia.

Per mantenere la qualità della vita per le generazioni future, e per preservare l’habitat per la flora e la fauna, dobbiamo mettere in discussione non solo la nostra mobilità, ma anche le abitudini di consumo quotidiano. Anche se l’Alto Adige emette relativamente poco nel settore industriale, prodotti come l’abbigliamento, i dispositivi elettronici e molti prodotti alimentari vengono acquistati all’estero. Queste cosiddette “emissioni grigie” sono quindi causate dalla nostra domanda al di fuori dei confini provinciali. Secondo i calcoli dell’agenzia KlimaHaus, ogni altoatesino/a emette circa 7,5 tonnellate di CO2 equivalente all’anno.

 

 

Come possiamo ridurre questa cifra così elevata?

SEMPLICE.

ognuno di noi dovrebbe chiedersi quanto è sostenibile il proprio modo di spostarsi e viaggiare. Cosa possiamo fare per ridurre le nostre emissioni?

POW IT vuole creare valore a livello regionale: porta i tuoi dispositivi elettronici a riparare nel tuo negozio di elettronica locale, compra nel negozio all’angolo, evita di consumare carne (o riduci il consumo di cibo animale) e compra i tuoi vestiti nel negozio di seconda mano più vicino. La Fast Fashion ormai è out. Esattamente come lo status symbol dell’auto. Protect Our Winters Italy condivide questi e molti altri consigli per la sostenibilità e punta a raggiungere una visione generale: proteggere i luoghi che amiamo. Come piattaforma per gli appassionati di sport all’aperto, POW si batte per la tutela della natura e dell’ambiente principalmente attraverso interventi di sensibilizzazione. Proponiamo suggerimenti e raccomandazioni, alimentiamo discussioni, organizziamo workshop e lavoriamo oltre i confini con altri otto Paesi in Europa, oltre a Stati Uniti, Canada e Giappone, per realizzare una missione comune: proteggere i nostri inverni. Il core team si prefigge e muove in base a obiettivi specifici ogni anno per riallineare il programma di attività e rispondere alle esigenze degli stakeholder.

GO ELECTRIC

Presso Green Mobility è possibile ottenere informazioni su eventuali sovvenzioni. Sia per i privati che per le aziende!

Potete trovare le informazioni qui.

Mangia regionale, stagionale e bio!

FAST FASHION ERA IERI

Ripara, riciclo & upcycle

Reframe Your Journey: rifletti il tuo viaggio da una prospettiva diversa.
Pensate al domani, pensate ai figli dei vostri figli.
Prendete coscienza delle vostre azioni e, se necessario, cambiate i vostri comportamenti.
Solo insieme siamo forti.
Letteratura:
Zebisch, M., Vaccaro, R., Niedrist, G., Schneiderbauer, S., Streifeneder, T., Weiß, M., … Bergonzi, V. (2018). Klimareport – Südtirol 2018. Eurac Research.
Riedl, M., Francia, G., Krause, D., Ernst, T., & Wagner, S. (2013). Smart Alpine Mobility Roadmap und strategischer Leitfaden für das Projekt Green Mobility des Landes Südtirol. Fraunhofer Italia Research – Innovation Engineering Center.
Cemin, A., & Antonacci, G. (2020). Das Emissionskataster Inhaltsverzeichnis. Landesagentur Für Umwelt Und Klimaschutz Amt Für Luft Und Lärm.

sostienici!

o ci sostieni con un contributo finanziario!